A Venezia 158 gioielli inediti di artisti contemporanei

Precious: da Picasso a Jeff Koons

Pablo Picasso, Jeff Koons, Louise Bourgeois, Damien Hirst, Lucio Fontana,  Anish Kapoor… sono centinaia i nomi dell”arte moderna e contemporanea le cui opere sono state riunite a Venezia presso il VITRARIA Glass A Museum, il nuovo museo che ha aperto le porte lo scorso settembre nel cuore della laguna, all’inizio del “museum mile” tra l’Accademia e le Zattere.

courtesy Diane Venet collection

courtesy Diane Venet collection

Grandi artisti e designer riuniti per rivelare il loro volto meno noto: quello di artisti di gioielli. Si tratta di opere a cui regalano la stessa maestosità e creatività che sono soliti scatenare nella composizione di soggetti più tradizionali. Dall”8 febbraio 2015 saranno esposti centocinquantotto gioielli, che azzardano un accostamento all’arte distinto da quello a cui siamo abituati e trasfigurano il piano nobile del suggestivo e nuovissimo VITRARIA Glass A Museum. Sono spesso pezzi unici, talora edizioni limitatissime che rimangono nei tratti distintivi inequivocabili e riconducibili alla cifra stilistica di ciascun “maestro”.

courtesy Diane Venet collection

courtesy Diane Venet collection

A seguito delle edizioni di Roubaix, New York, Atene, Valencia, Miami e Seoul, la sbalorditiva collezione raccolta da casino Diane Venet, collezionista parigina di origine e newyorchese d’adozione, arriva per la prima volta in Italia con Precious – da Picasso a Jeff Koons. La stessa Diane Venet racconta la nascita della collezione: il giorno in cui suo marito, l’artista francese Bernar Venet, le strinse attorno all’anulare sinistro un sottile bastoncino d’argento come anello di nozze, a cui sono seguiti spille e bracciali, ognuno corrispondente ad un nuovo concetto nella sua attività artistica. La collezione è cresciuta nel tempo, grazia ad amici e artisti quali César, o Chamberlain, o Frank Stella, tutti stimolati dallo sperimentare il proprio metodo su una scala diversa e con legami differenti.

courtesy Diane Venet collection

courtesy Diane Venet collection

Precious rientra nella vocazione di  VITRARIA Glass A Museum, dove “Glass” simboleggia la centralità del vetro come emblema del suo approccio interdisciplinare: le contaminazioni di questo elemento si espandono all’arte, il design, l’architettura, le nuove tecnologie, la moda. Mentre “ A” esprime l’aspirazione del Museo a espandere la propria ricerca oltre, concedendosi un’area di libertà espositiva e offrendosi come punto di incontro e scambio per artisti, designer, industria creativa. (R.M.)

Precious, da Picasso a Jeff Koons
VITRARIA Glass A Museum
Palazzo Nani Mocenigo, Dorsoduro 960, Venezia

8 febbraio – 12 aprile 2015


Leggi anche
Vuitton e le stanze delle meraviglie
Discover the other Italy
Lo spazio immateriale di Klein e Fontana
Alberto Giacometti: amore per l'umano
Picasso e la modernità spagnola
Man Ray all'asta




?>